Come avere mani curate. Creme da usare e perché.

Come avere mani curate. Creme da usare e perché.

Le mani sono il cruccio di molte, le mie lo sono sicuramente.

Esse invecchiano alla stessa velocità del viso, e quando le trascuriamo si rendono più evidenti i segni del tempo quali pigmentazione, rughe e disidratazione.

Se con il viso possiamo camuffare l’età con creme, make up e trattamenti estetici, con le mani è molto più difficile, c’è chi addirittura pare sia ricorsa alla chirurgia estetica.

Sono molto più soggette agli agenti atmosferici rispetto alla pelle del corpo.

Poiché non facciamo la giusta distinzione fra palmo e dorso, siamo portati a pensare che l’epidermide sia più spessa in questa zona.

Quando le esponiamo al freddo senza guanti, quando usiamo saponi con tensioattivi troppo aggressivi (sapone piatti) senza proteggerle, quando le laviamo compulsivamente (mea culpa) , esse mettono in atto un meccanismo di difesa, diventando più ruvide, screpolate, riducendo la sensibilità ed avvertiamo una sensazione di dolore e bruciore.

Questo accade naturalmente quando le temperature si fanno più rigide, la diretta conseguenza è che alle mani arriva meno sangue perciò meno nutrimento. 

Un minore nutrimento fa sì che si producano meno grassi indispensabili per il mantenimento del film lipidico che le protegge, con la conseguente pelle secca.

Oltre all’utilizzo dei guanti sia come protezione dal freddo, sia quelli di gomma per i lavaggi frequenti, sapete già come aiutare le vostre mani, utilizzando creme specifiche.

CON QUALE FREQUENZA APPLICARE LA CREMA?

Dipende dalla condizione della pelle e dalla frequenza giornaliera dei lavaggi.

Si consiglia di metterla ogni volta che si lavano.

Molti dermatologi concordano sul fatto che sarebbe opportuno mettere una crema con protezione solare prima di uscire di casa e una crema emolliente prima di andare a dormire.

PERCHÉ UNA CREMA EMOLLIENTE E NON IDRATANTE?

La crema idratante è ricca di acqua, cosa di cui la pelle delle mani irritata dal freddo non ha bisogno, l’acqua c’è, solo che mancano i nutrimenti perché non arriva abbastanza sangue.

Sono inutili perciò tutte quelle creme a base di vasellina e petrolati, anche se la prima sensazione è di avere una pelle vellutata, è appunto una sensazione.

Come detto manca il nutrimento, e questo lo si ha con creme a base di burri ed oli vegetali, creme quindi emollienti.

Un consiglio è quello di mettere la crema mani prima di andare a dormire, una quantità consistente e poi indossare dei guantini di cotone (li trovate dal ferramenta) senza l’elastico al polso per non fermare la circolazione, e dormire con quelli, la crema non si seccherà con l’aria e verrà completamente assorbita dalla pelle.

Se non volete dormire con i guanti teneteli addosso almeno 15 minuti.

COSA FARE SE NON TI PIACE LA SENSAZIONE DI RESIDUO?

Utilizza una crema solare per il viso tocco secco, oppure cerca delle creme che abbiano una consistenza simile ad una lozione.

QUALI SONO I VANTAGGI DI UN USO FREQUENTE?

Esattamente come per il viso, inserire la crema mani nella beauty routine aiuterà a prevenire i segni dell’invecchiamento precoce, oltre a migliorare i livelli di umidità ed elasticità della pelle. Proteggerete inoltre la pelle dai raggi UV e da tutti le problematiche relative.

QUALI CREME MANI USARE?

Al momento ne sto testando due, quella Kora Organics  e di Josie Maran, sta però a voi la scelta della crema in base alla frequenza d’uso e lo stato delle vostre mani.

Voi vi prendete cura delle vostre mani? Avete inserito la crema nella beauty routine? Quali creme usate?

No Comments
Leave a Comment: