I Top 5 beauty per un viaggio in aereo

I Top 5 beauty per un viaggio in aereo

Non posso ancora definirmi  una frequent flyer perchè  per il momento la mia tessera miglia vede ancora la dicitura Blue, ma grazie ai 12 voli in 20 giorni di Gennaio credo di essere ad un passo dalla silver.

Bottiglie di champagne a parte, posso dire con assoluta certezza che i viaggi in aereo che superano le 10 ore sono un’immensa menata.

Ne esco sempre con ossa rotte (metaforicamente) e muscoli atrofizzati (non metaforicamente).

Dopo l’ultimo volo di 17 ore, ho stilato la mia mini lista degli indispensabili, lista di una che vola in economy, e qualche volta ha temuto la spedissero a spingere l’aereo durante l’attracco, non in business.

La regola sopra la numero uno è:

Se potete volate in business

Non ho mai provato questa ebrezza, ma vi assicuro che i volti di quelli che scendono dall’aereo dalla business sono un tantino più riposati rispetto a noi comuni mortali.

consigli-beauty-in-volo-collage

REGOLA NUMERO 1.

Mascherina per occhi e cuffie insonorizzanti. Non sempre chiudono gli scuri, perciò se volete avere anche solo una possibilità di addormentarvi in aereo occorre la mascherina, e possibilmente un bel paio di cuffie insonorizzanti. Gli aerei sono rumorosi, soprattutto nelle ultime file, la gente parla, i bambini piangono, e molti uomini russano.

Le cuffie vi salveranno dall’esaurimento nervoso.

Sono un investimento per la vostra sanità mentale, un investimento.

Io vi consiglio le cuffie a riduzione sonora della Bose perché sono davvero le migliori.

La mia mascherina invece l’ho comprata da Ulta Beauty, ma è in acrilico, per il prossimo viaggio valuterò l’acquisto di una in cotone perché mi ha fatto un po’ sudare.

i-prodotti-beauty-da-portare-in-viaggio

REGOLA NUMERO 2.

Una maschera per il viso per idratarvi. Lo so è terribile farsi vedere con quella roba in faccia ma ricordatevi che, tutti i passeggeri del volo, che per un 380 sono circa 600, tutti vi vedranno nelle condizioni peggiori, con i capelli a medusa perchè l’aria è secca, la faccia segnata dal cuscino, le babucce per andare in bagno e le caccole negli occhi.

Fidatevi se vi dico che la condizione peggiore in cui possono vedervi non è con su la maschera per il viso, ma vi permetterà di non toccare terra con la pelle che tira anche dietro le orecchie.

P.s. prima di salire sul volo idratatevi per bene con un siero bello tosto.

 

5-beauty-tips-in-volo

E qui arriva la

REGOLA NUMERO 3.

Se lo avete, se non lo avete compratelo, portatevi un siero o un olietto da viso, con una buona chiusura ermetica, possibilmente con il dosatore che schiacciate, no assolutamente no con il contagocce perché tendono a non chiudere bene ed in volo è un macello.

Io avevo l’Age-Defying Phitox di Kora Organics che se mi seguite sui social è la mia nuova ossessione (Certificazione Peta, Choose Cuelty Free, per maggiori informazioni sui brand cruelty free leggete questo post).

Age-Defying-Phytox-Oil-Kora-Organics

                                                         Age-Defying Phytox Oil Kora Organics

REGOLA NUMERO 4.

 Disinfettante e crema mani. I bagni dell’aereo non sono certo quelli del Four Seasons, quindi diciamo che anche nel caso in cui siate diventate abili contorsioniste e siate riuscite a lavarvi le mani senza toccare il ripiano dove buttare la carta, diciamolo l’aereo è un ricettacolo di germi, quindi appena arrivate al vostro posto , dopo lo stretching che non può mancare, vi consiglio una bella passata di igienizzate e poi una crema mani emolliente che non vi faccia scendere con la pelle che pare carta vetro.

Come igienizzante mani io utilizzo quello di The Body Shop, che offre un’ampia selezione di profumazioni e non secca eccessivamente le mani.

REGOLA NUMERO 5.

Portatevi degli snack sani.

So che può sembrarvi il consiglio di una Health Coach americana patita per la pelle luminosa, ma vi assicuro che non avere nulla da mangiare per 18 ore, se non ciò che la compagnia di viaggio vi mette a disposizione, non solo è limitante ma non è per nulla sano.

Per una come me che è allergica al pomodoro, mangiare in giro già non è cosa facile, in aereo non posso cambiare bar se uno non ha nulla senza pomodoro.

Anche nel caso in cui non abbiate allergie debilitanti, vi consiglio comunque di portarvi dietro qualcosa che vi faccia piacere, che alzi il livello dell’umore e vi faccia dormire bene, quindi possibilmente qualcosa ricco di potassio e magnesio e magari Omega 3.

La frutta secca è ideale, noci o mandorle sono un buon compromesso.

Tramonto-in-volo-per-newyork

Spero che questi generali consigli vi siano utili per il prossimo viaggio.

Quali sono i vostri indispensabili in volo?

No Comments
Leave a Comment: