“Un favoloso appartamento a Parigi” di Michelle Gable

“Un favoloso appartamento a Parigi” di Michelle Gable

Ho impiegato un po’ a leggere questo libro, ora complice le ferie sono riuscita a finirlo e avevo preparato la recensione da pubblicare non appena tornata a casa eccoci qua con questo romanzo perfettamente in linea con i miei gusti letterari quando si tratta di ferie o di passatempi simpatici.


 

TITOLO: Un favoloso appartamento a Parigi

AUTORE: Michelle Gable

GENERE: Romanzo

PAGINE: 439

EDITORE: Newton Compton Editori

CARTACEO: 9.90 €

EBOOK: 4.99 €

 

April Vogt è un’esperta d’arte, innamorata del suo lavoro e di Parigi. Originaria della California dopo un’infanzia difficile si trasferisce a Parigi per completare gli studi e qui inizia a lavorare per una casa d’aste. Quando il suo lavoro va a rotoli e si trova davanti ad un bivio prende la strada più semplice quella di tornare in America, ma ad aspettarla in areoporto una dolce sorpresa, conosce infatti quello che diventerà suo marito, Troy, ricco finanziere newyorkese.

 

Nel presente April è in piena crisi coniugale, 35 anni, un marito bello e fedifrago  viene inviata per lavoro a Parigi per identificare dei mobili rinvenuti in un appartamento rimasto chiuso da prima della seconda guerra mondiale. Qui April scopre un dipinto, niente meno che un Boldini, rimasto a tutti gli esperti sconosciuto, ma il tesoro più grande sono i diari appartenuti alla proprietaria, Marthe De Floriane, dei quali la protagonista si innamora e legge con avidità e gelosia.

Il libro scorre veloce tra un capitolo dedicato alle pagine del diario ambientato alla fine del 1800 e la confusa vita di Madame Vogt sempre più interessata al bell’avvocato francese che la sta aiutando nell’intento di dedicare un’intera asta ai beni di Marthe.

lovelylaurak


I colpi di scena sono pochi, solo la morte della madre di April lascia tutti un po’ perplessi, ma finalmente qualcosa scuote la protagonista così priva di emozioni.

Mi succede a volte di rimanere un po’ interdetta riguardo ad un libro, questa è una di quelle volte, non posso dire di averlo amato né di averlo odiato, lo definirei grigio.

Scorre bene ma non ti prende, hai piacere a sapere cosa succederà ad April e a Marthe, ma non brami l’ultima pagina, la fine non ti lascia con la tristezza del “perchè è già finito?”

Personalmente l’ho inframezzato con con altri libri che dovevo leggere per lavoro ma non ho mai perso il segno. E’ come se non avesse una trama o fosse scontata, ma non complesso non è poi male.

 

 

Da leggere se:

 

 

  • cercate una lettura poco impegnativa, facile e scorrevole
  • amate l’arte e la storia delle cortigiane a fine 1800

Voi avete letto questo libro? Vi piace il genere? Avete qualche testo da consigliare che non devo perdermi o libri che vorreste leggere ma avete bisogno di consiglio?

No Comments
Leave a Comment: