Vi racconto di me

Vi racconto di me

Io ho sempre delle grandi difficoltà a parlare di me.

A farmi fotografare.

A stare al centro dell’attenzione.

 

A me piace l’equilibrio, il bello, l‘armonia, e l’egocentrismo è il contrario dell’armonia.
Amo quando le persone intorno a me lo sono, perché così io passo in secondo piano.
Perciò mi riesce difficile parlare di me, perché non sono abituata ad essere interessante, ma mi dicono dalla regia che se offri un prodotto o un servizio lo devi fare.
Perciò sono qui, con schermo e tastiera a vedere cosa riesco a combinare.
L’ho detto che mi piace l’ordine vero, perciò partiremo dall’inizio.
Sono nata nel 1983, no va beh non così dall’inizio… sono laureata in scienze biologiche e sto ancora cercando una mia collocazione nel mondo.
Ho provato con successo molti lavori, ai quali ho donato tanto togliendomi anche quel briciolo di individualità che mi era rimasta.

Ho una laurea splendida che mi ha messa in difficoltà fin dal primo momento, perché se sei biologa le sfide non terminano mai. Ammiro chi ce l’ha fatta, io non sono tra quelli.

A 33 anni mi sono arresa, decidendo di dedicarmi ad altro.

In realtà avevo già intrapreso una strada parallela, ma troppo parallela perciò adatta ad essere fraintesa.

Nella mia ricerca di perfezione ho collezionato innumerevoli corsi, uno sull’editoria presso Zandegù, un Passion Twist davvero interessante, un corso per diventare una Coach certificata, perché quando faccio qualcosa lo faccio bene.

Ho portato a casa un bagaglio inestimabile ed una delusione così cocente, a Novembre, che se ci penso ancora adesso brucia.

La delusione e la disillusione verso qualcosa che non sarebbe mai stato mi hanno fatto aprire gli occhi domandandomi sia chi sono e cosa voglio sia dove voglio andare.

Ma con la vita decidere una meta non è così semplice come decidere un viaggio, la vita è fatta di tappe che a volte scegli, a volte sono necessarie per il tuo viaggio ma talvolta sono soste tecniche.

Spesso pensiamo di fare la scelta giusta perché è la sola che abbiamo davanti, perché magari è la prosecuzione normale dei nostri studi, o perché dobbiamo portare avanti l’azienda di famiglia, o perché semplicemente abbiamo bisogno di soldi.

Le scelte giuste non esistono, esistono delle scelte buone per quel momento, ed esiste la voglia di sopravvivere.

A me è successo questo, è subentrato un istinto di sopravvivenza che mi ha detto, dedicati a qualcosa che ti piace e sai fare perché se no finirai grassa, depressa e senza nulla in mano.

E così ho fatto, ho rispolverato il blog e la pagina facebook di Wonder Glitter, ho aperto un account Instagram ed ho iniziato a fotografare ciò che creavo.

Creo deliziosi astucci che per il momento hanno in mano solo poche elette, gran parte mie amiche, ed accessori planner e beauty.

Alcuni su commissione, come quelli che sto facendo per Claudia, altri sono piaciuti ed hanno preso la loro strada.

Io amo il rosa e i glitter, adoro i colori pastello ed i fiori, e desidero portarli nella mia vita, soprattutto ora che non c’è più un lavoro impostato che me lo impedisce. Vorrei che tutti potessero permettersi una vita rosa shocking anche se rivestono posizioni di rilievo.

Ma arriviamo alla parte spinosa, il Blog. Non mi sentivo di abbandonarlo piccino, perché è una parte di me, è nato con la Cicogna e spero che come me anche lui evolva.

Ma anche per lui ci saranno dei cambiamenti, grafici probabilmente, strutturali ma soprattutto di contenuti.

Ma ho un progetto. Un calendario editoriale. Un business plan. E non ho paura ad usarli.

Ora manchi solo tu, l’ingrediente senza il quale io non sono nulla, sei pronto a seguirmi in questa nuova avventura

 

[Aggiornamento Ottobre 2017 – Wonder Glitter non è più creazioni.

Wonder Glitter è Elisa, che ha studiato molto e si è dedicata ai social anima e corpo, finché davanti ad un bivio ha deciso di fare quello step in più per fare in modo che queste competenze acquisite divenissero un lavoro, una certificazione, qualcosa di più consistente,  e così è stato. Forse parlare di lavoro è affrettato, ma quello che sto realizzando mi piace molto]

 

10 Comments
  • 13 marzo 2017

    Qualcuno cerca sempre di metterti in testa le sue idee, le scelte che lui o lei ha fatto e che reputa migliori di quelle degli altri, ma sai, nessuna scelta è sbagliata se la si fa con coscienza e soprattutto passione.
    Mi piace un sacco l'astuccio della foto, sembra comprato in un negozio, quindi complimenti! Non conosco il tuo passato, ma ti faccio tantissimi auguroni per il tuo presente e per il futuro 🙂 vedrai che andrai alla grande!

  • 13 marzo 2017

    Grazie mille! Spero che questo articolo sproni che è indeciso e che mi porti un po' di fortuna!
    Buona giornata
    Glitter bacini

  • 13 marzo 2017

    Mi rivedo molto anche io in questa descrizione….

  • 13 marzo 2017

    Immagino che questo tipo di cambiamento abbiano dovuto affrontarle in molte, e spero nel mio piccolo di poter aiutare ad uscire dal bozzolo!

  • 13 marzo 2017

    Trovo questo post pieno di coraggio e di grinta! DAJEEE! Per quanto riguarda lo stare al centro dell'attenzione 😂 sono esattamente come te!!! Senza speranza 😅 in bocca al lupo per il tuo progetto!!!
    Lucialesley

  • 13 marzo 2017

    Grazie mille! Speriamo di staccarci un po' dai nostri muri con cui ci confondiamo perchè male non farebbe!!
    Bacini glitterosi!

  • 13 marzo 2017

    Se ti spaventa il video potresti scrivere manuali che trattino gli argomenti nei quali sei competente 🙂

  • 13 marzo 2017

    A me spaventa tutto, piccolo particolare non trascurabile 😛
    Comunque è un'idea che ho in cantiere da un po' e non è detto che prima o poi….
    Grazie di essere passata!

  • 14 marzo 2017

    Sono contenta di averti scoperto. Da questo tuo scritto esce la tua sensibilità, la tua delicatezza, ma anche tanta voglia di fare e di dimostrare quanto tu possa dare alle persone. Mi piaci!! 😀 E ti faccio un grandissimo in bocca al lupo 🙂

  • 15 marzo 2017

    Grazie! Sei gentilissima ed è molto bello avere l'opportunità di conoscere persone che riescano a capire il tuo punto di vista!
    A presto!

Leave a Comment: